Un marker per il cancro alla prostata

Come viene diagnosticato il tumore prostatico? È possibile la diagnosi precoce?

Durata reception Omnic in adenoma prostatico

Altri siti AIRC. Cos'è il cancro. Guida ai tumori. Guida ai tumori pediatrici. Facciamo chiarezza. Cos'è la ricerca sul cancro. Prevenzione per tutti. Diagnosi precoce. Guida agli screening. Il fumo.

Il sole. Salute femminile. Come affrontare la malattia. Guida agli esami. Guida alle terapie. Storie di speranza. Dopo la cura. Organi di governo. Comitati regionali. La nostra storia. Come sosteniamo la ricerca. Cosa finanziamo. Come diffondiamo l'informazione scientifica. Ultimo aggiornamento: 18 marzo I marcatori tumorali sono sostanze, per lo più proteineche circolano nel sangue e possono essere associate anche a malattie diverse dal cancro, quali situazioni infiammatorie.

Tuttavia in presenza di una neoplasia maligna spesso le concentrazioni ematiche di marcatori sono molto superiori alla norma e pertanto questi sono a volte usati come indicatori indiretti dello stato della malattia e della sua possibile progressione.

Nella fase diagnostica invece i marcatori tumorali possono a volte indirizzare o confermare una diagnosi, ma da soli non sono sufficienti a stabilire la diagnosi di tumore. Devono essere sempre considerati insieme all'esito di altri esami clinici e strumentali. Quando i marcatori sono affidabili, possono essere un metodo semplice e poco invasivo per seguire nel tempo l'evolvere della malattia oppure per individuare precocemente una ripresa dopo una remissione. Tuttavia, data la complessità della malattia tumorale, non esistono marcatori che siano sempre attendibili, né un marcatore unico e specifico per tutte le forme di cancro.

È inoltre importante sottolineare che nessuno dei marcatori e dei test attualmente disponibili è consigliato come strumento di screening per la diagnosi precoce di un tumore, soprattutto in assenza di disturbi che facciano sospettare la malattia.

Peraltro alcuni di questi marcatori possono risultare positivi per ragioni diverse dal cancro falso positivo e, viceversa, è possibile che un tumore, soprattutto se di piccole dimensioni, non si rifletta in un corrispondente significativo aumento del marcatore falso negativo.

Alcuni marcatori sono prodotti solo dalle cellule di un organo e un marker per il cancro alla prostata sono specifici di un particolare tumore. Altri marcatori possono aumentare in presenza di più tipi di tumore. Sono indicati solo in presenza di una diagnosi già accertata di tumore o nel caso in cui altri esami abbiamo destato un forte sospetto di tumore.

La durata di un un marker per il cancro alla prostata pochi secondi se non si incontrano difficoltà a trovare la vena. Rendiamo il cancro sempre più curabile. Informati sul cancro Cos'è il cancro Guida ai tumori Guida ai tumori pediatrici Facciamo chiarezza Cos'è la ricerca sul cancro Glossario. Affronta la malattia Come affrontare la malattia Guida agli esami Guida alle terapie Storie di speranza Dopo la cura.

Cosa facciamo Come sosteniamo la ricerca Cosa finanziamo Come diffondiamo l'informazione scientifica. Traguardi raggiunti I bandi per i ricercatori. Home page Ricerca di marcatori tumorali nel sangue Ultimo aggiornamento: 18 marzo Tempo di lettura: 2 minuti.

Di che cosa si tratta? Poiché si tratta di un semplice prelievo di sangue non occorre essere accompagnati. Le informazioni di questa pagina non sostituiscono il parere un marker per il cancro alla prostata medico. Autori: Agenzia Zadig.